venerdì 26 Febbraio 2021
Home El partido de la vida La partita più bella della MSN e l’inizio di una grandiosa storia...

La partita più bella della MSN e l’inizio di una grandiosa storia d’amore

2 ' di letturaMai nessun attacco blaugrana ha segnato così tanto in una singola stagione: neanche i vari Henry, Villa e Ronaldo per citarne alcuni hanno segnato come loro. Messi, Suarez e Neymar hanno scritto una pagina indelebile del Barcellona portando trofei, reti e soprattutto entusiasmo. Quest’ultimo in Catalogna recentemente sta mancando e rivivere quei momenti suscita sempre dei bei ricordi. Le qualità singole della MSN erano note al mondo intero, ma si storceva il naso all’idea di tre star carismatiche che avrebbero dovuto coabitare in area. E la prima volta che il trio maledetto ha dimostrato a tutti non fu un’occasione qualunque.

11 gennaio del 2015, Camp Nou. A contrapporsi al Barça arriva un Atletico Madrid in transizione dopo la vittoria del campionato di due anni prima. Nonostante il periodo non ottimale, lo scontro tra queste due squadre ha sempre suscitato vecchi rancori e grandi emozioni. Il mondo azulgrana si stava abituando alla MSN a piccoli passi senza grandi svarioni. Ma dopo quella sfida ogni tifoso cambiò la sua opinione su quel tridente.

Ad aprire le danze è Neymar che, dopo una percussione perentoria di Messi, si ritrova il pallone tra i piedi buttandola alla spalle di Moyà. La partita è a dir poco rovente ed il trio sudamericano punta sull’innervosirsi dei colchoneros. Sembra quasi che ballano sopra il pallone facendo uscire tutto il calcio bailado che è in loro. Per il bis del vantaggio, è ancora una volta la Pulce ad illuminare la manovra blaugrana con un tocco della palla artistico. Mandando in visibilio i suoi tifosi ed al bar i suoi avversari, innesca l’assist per la rete di Suarez. Il penalty trasformato da Mandzukic non fermerà l’anima del Barcellona che nei minuti finali conquisterà il terzo goal. E chi se non Messi l’ha messa dentro. La conclusione di una partita perfetta che sarà solo l’inizio di una grande storia d’amore.

Quella stagione si concluderà con lo storico treble vincendo Champions League, campionato e Copa del Rey. Quei tre segneranno a ripetizione per tutto il corso dell’anno diventando uno degli attacchi più prolifici della storia del calcio. Il calcio con la divisione di queste tre super star ha perso un grande spettacolo che difficilmente si potrà ricreare. Neymar partì alla volta di Parigi crinando i rapporti con l’ambiente e con la società. Suarez ha abbandonato la Catalogna nell’ultima sessione di mercato sposando paradossalmente proprio la causa dell’Atletico Madrid. Venendo al capitolo Messi, la sua telenovela ha tenuto col fiato sospeso il mondo intero. Il suo addio dal Barça avrebbe segnato la fine di un’epoca ma la situazione continua a non essere delle migliori. Purtroppo ad ogni fiaba c’è una fine, e neanche tanto bella.

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

Ultimi Articoli

L’anima sudamericana dell’ultimo scudetto della Roma

"Quando gioca l'AS Roma, la gente che la vede se innamora" L'inizio di estate del 2000 non è molto divertente per i tifosi della Roma....

Non al denaro, né all’amore, né al cielo: Fabian O’Neill

L’avventura italiana del calciatore più forte che abbia visto giocare dal vivo. Ma come, più di Zola? Sì, più di Zola. Cagliari a novembre è ancora calda. Certo,...

“Occhio… Il prossimo potresti essere tu!” – David Luiz e quello scherzoso e folle rapporto con i giornalisti

David Luiz è conosciuto non solo per il suo duro comportamento in campo, oserei dire sciagurato visto che ha un ottimo rapporto con i...

Maradona ed il destino incrociato con Victor Hugo Morales

Esattamente 40 anni fa, in questo stesso giorno, Diego Armando Maradona si presentava al mondo Xenezeis nel migliore dei modi. Integrato in prima squadra con il Boca Juniors, venne fatto...
Condividi: