venerdì 26 Febbraio 2021
Home Sudamerica Copa Diego Armando Maradona, dopo il trionfo del Boca cambia la formula:...

Copa Diego Armando Maradona, dopo il trionfo del Boca cambia la formula: 26 squadre in due gironi, poi eliminazione diretta

Per la Liga Profesional obiettivo campionato a 22 squadre dal 2026

2 ' di letturaCopa Diego Armando Maradona, ci sarà il bis. Dopo la vittoria, nella notte italiana, del Boca Juniors sul Banfield ai calci di rigore (Lollo nel recupero risponde a Cardona, decisivo il penalty fallito da Jorge Rodriguez) si pensa già all’edizione 2021 della manifestazione che ha sostituito, per il momento, il campionato, e che rappresenta la prima manifestazione della nuova Liga Profesional de Futbol che ha preso il posto dell’Afa.

Maradona con la Coppa del Mondo vinta nel 1986 in Messico

Nuova formula e, sopratutto, un occhio al futuro, con la volontà di creare un unico campionato di prima divisione a 22 squadre (ora sono 26) entro il 2026.

Intanto la Coppa. Le squadre partecipanti saranno 26 divise in due gironi da 13, con la partecipazione anche delle due promosse della Primera Nacional (una si conosce già, è il Sarmiento). Ogni squadra, però, non giocherà 12 ma 13 partite, ovvero i match con le squadre del proprio girone più un ‘clasico’ con una formazione dell’altro girone. Ci saranno, insomma, anche se fossero sorteggiate in gironi diversi, partite come Boca Juniors – River Plate, Independiente – Racing, Newell’s – Rosario Central e via discorrendo.

Alla fine della manifestazione non ci saranno retrocessioni, ma il punteggio della prima fase varrà per calcolare la media punti (promedio) per chi scenderà in Primera Division, con i verdetti che torneranno solo a partire dal 2022. Tradizionalmente in Argentina non retrocedono le ultime della classe ma quelle formazioni che negli ultimi anni hanno collezionato la peggiore media punti.

Si parte il prossimo 14 febbraio, passeranno alle seconda fase (al via il 9 maggio) le prime quattro squadre di ogni girone che si affronteranno a eliminazione diretta e in campo neutro fino alla finalissima del 30 maggio, alla vigilia della Copa America che si disputerà fra Argentina e Colombia.

La formazione vincitrice del torneo avrà il diritto a partecipare alla Libertadores 2022. Alla coppa è già qualificato il Boca Juniors, mentre alla Sudamericana andrà la vincente dello spareggio fra Banfield (perdente finale della fase vincitori della Copa Maradona) e Velez Sarfield (vincente della finale della fase perdenti della Copa Maradona contro il Rosario Central)

Il Boca Juniors vincitore della Copa Maradona ai rigori contro il Banfiedl (foto Diario Olè)

Nella seconda metà dell’anno, invece, tornerà il campionato, ad un girone da 26 con solo 25 gare di andata. Per stabilire chi parteciperà alle coppe del 2022 si sommeranno i punti ottenuti con quelli della fase di qualificazione della Copa Maradona.

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

Ultimi Articoli

L’anima sudamericana dell’ultimo scudetto della Roma

"Quando gioca l'AS Roma, la gente che la vede se innamora" L'inizio di estate del 2000 non è molto divertente per i tifosi della Roma....

Non al denaro, né all’amore, né al cielo: Fabian O’Neill

L’avventura italiana del calciatore più forte che abbia visto giocare dal vivo. Ma come, più di Zola? Sì, più di Zola. Cagliari a novembre è ancora calda. Certo,...

“Occhio… Il prossimo potresti essere tu!” – David Luiz e quello scherzoso e folle rapporto con i giornalisti

David Luiz è conosciuto non solo per il suo duro comportamento in campo, oserei dire sciagurato visto che ha un ottimo rapporto con i...

Maradona ed il destino incrociato con Victor Hugo Morales

Esattamente 40 anni fa, in questo stesso giorno, Diego Armando Maradona si presentava al mondo Xenezeis nel migliore dei modi. Integrato in prima squadra con il Boca Juniors, venne fatto...
Condividi: