domenica 5 Dicembre 2021
Home Penisola iberica Copa del Rey 1927: quando il Motherwell conquistò la Spagna

Copa del Rey 1927: quando il Motherwell conquistò la Spagna

2 ' di letturaIl calcio ha raggiunto il suo massimo splendore solamente dopo la seconda guerra mondiale. Vuoi per ragioni politiche, vuoi per ragioni sociali, negli anni post Grande Guerra, lo sport non era una questione principale. Ciò non toglie che di storie da raccontare di quel periodo ce ne sarebbero a bizzeffe, a partire da quando il Motherwell divenne la prima ed unica squadra straniera a vincere la Copa del Rey. 

Tutto comincia nella stagione 1926/1927: il Real Union si è laureato campione dell’edizione ufficiale della competizione per la terza volta. Il re, non contento di una sola versione, decise di ampliare gli orizzonti organizzando un secondo torneo post-stagionale. Le protagoniste saranno sempre le squadre spagnole, fatta eccezione per lo Swansea ed il Motherwell, seconda classificata nel campionato scozzese 1926/1927.  

Proprio quest’ultimi club saranno fatti sfidare per primi in quanto ospiti, ed il risultato sarà memorabile persino agli occhi del sovrano. Sarà la prima volta che due formazioni facenti parte del Regno Unito giocassero in terra spagnola. Il 4-3 finale a favore degli Steelman fu un concentrato di tattica e precisione che lasciò sbalorditi gli iberici. I giornali ed i comunicati stampa provenienti dalla casata reale recitavano “grande dimostrazione di calcio scientifico”, parole che evidentemente galvanizzarono gli scozzesi.  

La “finta” finale di quella Copa del Rey speciale se la disputeranno il Motherwell ed il Real Madrid con il mitologico Santiago Bernabeu in campo. I blancos ancora non possedevano tutto il blasone attuale, ma era comunque la squadra del governo e in bacheca collezionava 5 coppe nazionali. Malgrado ciò, per essere sicuri, le merengues reclutarono solo per quella partita alcuni dei migliori giocatori in circolazione. Anche se non basterà; gli arancio viola sconfissero gli avversari con un tondo 3-1 alzando la coppa in faccia a tutti gli spettatori di fede madridista.  

LEGGI ANCHE: Alle Olimpiadi di Berlino 1936 il 4-2 ‘fantasma’ del Perù all’Austria nei quarti di finale

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

Ultimi Articoli

Ben Brereton, un inglese per la nazionale cilena

La nazionale cilena si è riunita in questi giorni in vista del doppio impegno contro Argentina e Bolivia, valevole per le qualificazione ai Mondiali,...

Llorente: la famiglia più sportiva di Spagna?

Metti una cena di Natale a casa Llorente, sul finire degli anni Novanta. Da un lato il nonno materno Ramón Moreno Grosso, lo zio...

Il quinto numero dieci

L’ala e’ uno di quei ruoli di cui ti innamori subito perché sai che prima di far arrampicare fino in cielo il centrale di...

Miracolo a Parigi: la Coppa delle Coppe del Real Zaragoza

Ogni vittoria ha la sua sliding door, il momento clou che cambia il corso della storia, dove gloria e disperazione si sfiorano prima di...
Condividi: